Priorità

Le priorità del programma per il 2013 dovranno innanzitutto contribuire agli obiettivi fissati per l'Anno europeo dei cittadini:

  • facendo conoscere i valori e i diritti dei cittadini dell'Unione e le opportunità messe a disposizione dall'UE;
  • promuovendo la partecipazione dei cittadini nella vita democratica dell'UE.

Quindi il programma sosterrà, da un lato, la promozione della cittadinanza europea e della democrazia, compresa la comprensione dell'UE, dei suoi valori e dei contribuiti alla vita quotidiana dei suoi cittadini; dall'altro, incoraggerà i cittadini a partecipare attivamente alla vita democratica dell'UE.

Priorità Uno – UE: Valori, diritti e opportunità per i cittadini

Nel 2013 vanno ulteriormente promossi la sensibilizzazione, la riflessione e lo scambio di idee sulla pertinenza e le conseguenze delle politiche UE per la vita quotidiana dei cittadini e vanno intrapresi sforzi ulteriori per rimuovere gli ostacoli che i cittadini UE devono ancora affrontare. Il programma Europa per i cittadini è uno strumento importante che può contribuire concretamente a promuovere le conoscenze, la comprensione e la realizzazione dei valori, dei diritti e delle opportunità create dall'UE, nonché la riflessione sul costo di un'assenza dell'Europa, e a mantenere viva la memoria europea.

Priorità Due - La partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell'UE

L'impegno dei cittadini nei confronti delle problematiche che costituiscono le priorità politiche dell'Unione europea costituisce un aspetto fondamentale della partecipazione civica. L'impegno e la partecipazione dei cittadini sono particolarmente importanti in un contesto economico difficile e in vista delle prossime elezioni del Parlamento europeo. Il programma Europa per i cittadini rappresenta uno strumento prezioso per incoraggiare i cittadini ad esprimere la loro opinione sul programma politico e sulle azioni concrete proposti dalle istituzioni europee e ad influenzare l'agenda politica. Particolare attenzione va dedicata al parere dei cittadini sulle capacità necessarie per poter contribuire allo sviluppo di un'economia sostenibile e inclusiva e trarne i benefici, nonché sulle modalità per migliorare la coesione sociale. Occorre incoraggiare la società civile a contribuire ulteriormente allo sviluppo di un'area europea di libertà, sicurezza e giustizia.

I progetti dovranno facilitare lo scambio di opinioni con i decisori, presentando loro i risultati delle politiche europee e l'impatto sulle situazioni locali, nonché sulle questioni locali che hanno una dimensione europea.